Quaerens me sedisti lassus, redemisti crucem passus;
tantus labor non sit cassus.
Iuste Iudex ultionis, donum fac remissionis,
ante diem rationis.

(Tommaso da Celano, Dies irae)

 


V A L U T A Z I O N E    E    V E R I F I C A


 

Valutazione non è svalutazione.

In generale, infatti, vige il principio per cui, nell'atto di valutare, viene ricercato ed avvalorato ogni elemento positivo espresso dalla persona, nella sua identità, nel suo atteggiamento, nella sua produzione.
Valutare, poi, non significa soltanto un atto di misurazione, cioè un puro raffronto mediante arbitrarie unità di misura; si tratta invece, in sede di valutazione, di stabilire un criterio tale da garantire alla persona un ambito di confronto integrale, in grado di offrirle un termine utile di paragone, con se stessa e con gli altri.

La valutazione è soprattutto un rapporto interpersonale, che non presuppone astratta eterogeneità, ma sempre e soltanto gradi differenti di esperienza, di età e di prospettive “in discussione” tra loro, senza alcuna pretesa né di “assolutezza” né di “rigorosa oggettività” (espressioni tanto terrificanti quanto inconsistenti).
Come tale, la valutazione non ammette paragoni interindividuali, ma si stabilisce tra persone all'unico scopo di difenderne e promuoverne le potenzialità.

Per quanto concerne le discipline Filosofia e Storia la valutazione prende in considerazione sostanzialmente l'interesse della persona nei confronti dell'esperienza umana; tale interesse viene rintracciato attraverso una vasta gamma di atteggiamenti, di modi di proporsi e di “posture” intellettuali che esprimono la disponibilità alla relazione con i libri, o che, per meglio dire, svelano il grado di sensibilità acquisito nei confronti dei patrimoni ideali e pratici delle generazioni che ci hanno preceduti.

Questa prospettiva ideale è chiamata a declinarsi didatticamente in quadri di valore e in tavole di istanze “di cui tenere conto” per esprimere un voto.
Ciò, naturalmente, si traduce nell'osservazione e nel paragone di dati molteplici, purtroppo quasi sempre riconducibili a verifiche di conoscenza, che per un verso viziano la comprensione più piena degli approcci personali alla cultura, ma che, d'altra parte, sono in grado di attestare le prerogative di libertà e di dominio che la singola persona può riservarsi nel confronto intelligente con il mondo circostante.

Lo scritto, considerato verifica di ordine prettamente sommativo, che, cioè, fa il punto sul livello di conoscenza e di competenza raggiunto, si articola in prove consistenti in una proposta di tre o quattro quesiti a risposta aperta da sviluppare ciascuno entro una decina di righe di grafia normale. Questo modulo di verifica, peraltro criticabilissimo, viene somministrato in vista del rafforzamento della capacità di sintesi, intesa tra gli orizzonti finali del corso liceale.

Il colloquio orale, considerato, invece, verifica di ordine sia sommativo sia formativo, che, cioè, stabilisce un confronto interattivo volto alla ricerca delle forme più efficaci di espressione, viene condotto sulla scorta dell'iniziativa idealmente spontanea di chi voglia mettersi alla prova, avere un riscontro esterno a sé al fine di migliorare le proprie prestazioni in termini di chiarezza, di persuasività e di "stile".

 

Veniamo al dunque, sia per le prove scritte sia per le prove orali:

FILOSOFIA

Indicatori

Descrittori

Punteggi

Giudizi

Conoscenze Articolate, complete, approfondite 3 Ottimo
Complete 2,5 Buono
Essenziali 2 Sufficiente
Imprecise e/o con qualche lacuna 1,5 Insufficiente
Frammentarie e/o lacunose 0-1 Gravemente insufficiente
Competenze / Abilità rielaborative Sa enucleare le tematiche, i concetti, le argomentazioni di interesse filosofico dal tessuto del discorso in modo autonomo e originale
Sa problematizzare le conoscenze e le idee attraverso la loro storicità e il loro inserimento in una più ampia rete concettuale
Sa applicare i singoli contenuti nozionali in ambiti concettuali complessi e diversamente problematici
Sa elaborare strategie argomentative e procedure logiche efficaci e originali
5 Ottimo
Sa enucleare le tematiche, i concetti, le argomentazioni di interesse filosofico dal tessuto del discorso
Sa problematizzare le conoscenze e le idee attraverso la loro storicità
Sa applicare i singoli contenuti nozionali in altri ambiti concettuali
Sa elaborare strategie argomentative e procedure logiche efficaci
4 Buono
Sa enucleare le tematiche, i concetti, le argomentazioni essenziali di interesse filosofico dal tessuto del discorso
Sa contestualizzare le conoscenze e le idee attraverso la loro storicità
Sa applicare i singoli contenuti nozionali in ambiti concettuali essenziali
Sa elaborare strategie argomentative e procedure logiche accettabili
3 Sufficiente
Sa enucleare in modo parziale le tematiche, i concetti, le argomentazioni essenziali di interesse filosofico dal tessuto del discorso
Sa contestualizzare in modo parziale le conoscenze e le idee attraverso la loro storicità
Applica in modo disorganico i singoli contenuti nozionali in ambiti concettuali essenziali
Sa elaborare con difficoltà strategie argomentative e procedure logiche
2 Insufficiente
Non sa enucleare tematiche, i concetti, le argomentazioni essenziali di interesse filosofico dal tessuto del discorso
Sa collegare in modo frammentario/non sa collegare le conoscenze e le idee
Applica in modo in modo frammentario/non applica i singoli contenuti nozionali in ambiti concettuali essenziali
Non sa elaborare strategie argomentative e procedure logiche
0-1 Gravemente insufficiente
Competenze / Abilità espositive Sa utilizzare in modo sicuro e ricco il lessico specifico 2 Ottimo
Sa utilizzare in modo articolato il lessico specifico 1,5 Buono
Sa usare in modo corretto il lessico specifico 1 Sufficiente
Non sa usare in modo appropriato il lessico specifico 0,5 Insufficiente
Non utilizza il lessico specifico 0 Gravemente insufficiente

 

STORIA

Indicatori

Descrittori

Punteggi

Giudizi

Conoscenze Articolate, complete, approfondite 3 Ottimo
Complete 2,5 Buono
Essenziali 2 Sufficiente
Imprecise e/o con qualche lacuna 1,5 Insufficiente
Frammentarie e/o lacunose 0-1 Gravemente insufficiente
Competenze / Abilità rielaborative Contestualizza i fatti storici ed opera interconnessioni tra particolare e generale
Sa cogliere la natura prospettica delle analisi storiche
Sa problematizzare il passato e confrontare criticamente le diverse fonti
Possiede consapevolmente le competenze relative alla partecipazione alla vita sociale e all’esercizio dei diritti di cittadinanza
5 Ottimo
È consapevole delle interconnessioni tra particolare e generale
Sa comprendere e contestualizzare le analisi storiche
Sa problematizzare i principali eventi del passato e confrontare le fonti più significative
Sa comprendere e rielaborare i principi fondamentali relativi alla partecipazione alla vita sociale e all’esercizio dei diritti di cittadinanza
4 Buono
È consapevole delle principali interconnessioni tra particolare e generale
Comprende e contestualizza alcune tipologie di analisi storiche
Fa semplici associazioni tra eventi del passato e problematiche attuali
Comprende i principi fondamentali relativi alla partecipazione alla vita sociale e all’esercizio dei diritti di cittadinanza
3 Sufficiente
È consapevole in modo parziale delle principali interconnessioni tra particolare e generale
Comprende in modo disorganico le analisi storiche
Opera parzialmente confronti tra eventi del passato e problematiche attuali
Possiede in modo non articolato le competenze indispensabili alla partecipazione alla vita sociale e all’esercizio dei diritti di cittadinanza
2 Insufficiente
Opera in modo frammentario/non sa operare interconnessioni tra particolare e generale
Comprende con difficoltà le analisi storiche
Non sa operare/opera con difficoltà confronti tra eventi del passato e problematiche attuali
Possiede in modo frammentario le competenze relative alla partecipazione alla vita sociale e all’esercizio dei diritti di cittadinanza
0-1 Gravemente insufficiente
Competenze / Abilità espositive Sa utilizzare in modo sicuro e ricco il lessico specifico 2 Ottimo
Sa utilizzare in modo articolato il lessico specifico 1,5 Buono
Sa usare in modo corretto il lessico specifico 1 Sufficiente
Non sa usare in modo appropriato il lessico specifico 0,5 Insufficiente
Non utilizza il lessico specifico 0 Gravemente insufficiente

Si deve comunque tenere in considerazione il fatto che i livelli di punteggio si declinano lungo il triennio e che, quindi, la prova valutata qualitativamente sufficiente in classe terza scende sotto il livello della sufficienza negli anni successivi, e così, sebbene in minor misura, anche durante il corso dello stesso anno scolastico.

Per l'espressione degli usuali voti in decimi, si osservi che la somma dei punteggi classificati come "sufficienza" dà come risultato 6, mentre la somma dei punteggi classificati come "ottimo" dà come risultato 10; i voti intermedi, quindi, risultano dalla diversa somma dei diversi punteggi.
 

 


Pagine


Filosofia
Storia

Collegamenti
Programmi
Valutazione

Pro-tesine

BES-DSA
Recupero